Personaggi

A (5) | B (5) | C (5) | D (5) | E (5) | G (3)
______________________________________________________________

Originario di Omaha (Nebrasca), Abbott fu un grande mago e l'inventore di numerosi effetti magici ripresi da molti illusionisti dei primi del Novecento. Tra questi "The Floating Ball" (la levitazione di una sfera cromata), "The Talking Teakettle" (il bollitore da the parlante) e "The Spirit Paintings" (la riproduzione di un effetto usato dai medium per dimostrare il loro contatto con gli spiriti).
Autore di diversi libri per prestigiatori e del famoso "Behind the Scenes With the Mediums" (1907), considerato uno dei migliori testi di rivelazione dei metodi usati da pseudo sensitivi durante le loro sedute spiritiche.

Thumbnail

Illusionista australiano fondatore dell'Abbot's Magic Company, successivamente collaborò con Blackstone insieme al quale fondò la Blackstone Magic Company. Creò anche l'editoriale magico "TOPS magazine" e l'annuale congresso magico "Abbott's Get-Toghether".

Thumbnail

Prestigiatore e comico canadese contemporaneo. Le sue esibizioni stravaganti e divertenti sono impregnate di originalità e inventiva. Oltre ad una bizzarra personalità e alla sua comica presenza, vanta ottime qualità tecniche nell'eseguire i suoi effetti di Close-Up. È stato ospite in diverse trasmissioni televisive (canadesi e americane) e si esibisce in numerosi cabaret del Nord America.

Thumbnail

Mago e autore americano, specializzato in cartomagia e esperto di tecniche usate dai bari, ha lavorato molto a Las Vegas e ha partecipato a diversi show televisivi durante gli anni '60.

Thumbnail

Illusionista nato in Inghilterra specializzato in magia con le colombe; autore di un'infinita quantità di effetti e libri di magia tra i quali il validissimo e rispettatissimo "Encyclopedia of Dove Magic".

Thumbnail

Mago leggendario che cominciò la sua carriere come venditore di pozioni mediche miracolose. Fu anche ventriloquo e presentatore, ma soprattutto un grande prestigiatore ed inventore di numerosi effetti e tecniche, specialmente nell'area del mentalismo e della cartomagia.

Thumbnail

Prestigiatore newyorkese inventore di alcune tecniche ed effetti. Viene oggi ricordato in particolare per una speciale levitazione che prende il suo nome (Balducci Self Levitation) e per alcune sue invenzioni come la "Cut Deeper Force" (tecnica cartomagica) e il "Balducci Wallet" (speciale portafogli per prestigiatori).

Thumbnail

Facendosi chiamare "The White Mahatma" (il Mahatma bianco) si esibiva in un eccellente repertorio di mentalismo. Creò un numero che divenne molto famoso all'epoca nel quale era in grado di rispondere alle domande solamente pensate dagli spettatori. Si definì sempre un illusionista e non dichiarò mai di possedere poteri paranormali e nel 1895 scrisse anche "The Secrets of Mahatma Land Exsplained", un memoriale dove rivelò molti dei suoi segreti.

Thumbnail

Attore e prestigiatore comico statunitense, si esibì nelle più grandi città americane: Chicago, New York, Las Vegas, Miami e Los Angeles. Spesso nei suoi divertenti numeri interpretava il ruolo del mago impacciato ed incapace.
Noto al pubblico americano anche per le sue apparizioni cinematografiche (che lo hanno visto persino accanto a Gene Wilder e Shirley Temple) e per aver interpretato diverse sit-com tra cui 'McHale's Navi' (molto popolare negli Stati Uniti).
Steve Martin e Carl Reiner confessarono a Ballantine di essere stati ispirati da lui nell'intraprendere le loro carriere di attori comici.

Thumbnail

Nato in Gran Bretagna è il settimo e ultimo di una lunga generazione di maghi di origine olandese risalente al 1700; figlio del grande Theo Bemberg (Okito), visse per lo più in sud America dove si esibiva (così come il padre) vestito in stile orientale con lo pseudonimo di Fu Manchu.

Thumbnail

Elburn Calvert, prestigiatore e attore americano si è esibito per oltre 65 anni ed era particolarmente noto per il suo approccio classico e disinvolto.
Pilota e amante del volo spericolato, aveva un aeroplano personale col quale era solito esibire alcune prodezze, come quella di guidarlo bendato. Col suo aereo trasportava spesso le attrezzature per i suoi show, ma fu con il suo grande yacht chiamato "The Magic Castle" che portò moltissimi anni il suo spettacolo in giro per il mondo.
Particolarmente famoso per la sua abilità e eleganza nella manipolazione di sigarette, per un effetto di sparizione di un elefante, e per diversi numeri eseguiti con la sua assistente e moglie Tammy tra i quali la levitazione di Tammy e contemporaneamente dell'organo a cui lei stava suonando.
Calvert ha anche recitato in numerosi film di Hollywood facendosi ricordare in particolar modo per il personaggio del detective-prestigiatore da lui interpretato in "The Falcon" (una serie di film gialli).

Thumbnail

Mago di origine italiana del diciannovesimo secolo che si esibiva principalmente per le strade e nelle fiere, ma anche in alcune "locande-teatro" di Londra. Capelli combinava l'esecuzione dei suoi giochi di prestigio all'esibizione di numeri eseguiti dai suoi gatti ammaestrati.

Thumbnail

Noto anche come Gerolamo Cardano e col nome latino Hieronymus Cardanus, nacque a Pavia e trascorse la maggior parte della sua vita a Padova. Filosofo, matematico, medico, astrologo e mago, scrisse anche dei libri inerenti all'illusionismo e alla cartomagia. È indicato da alcuni come l'inventore dell'effetto in cui il prestigiatore sembra in grado di spostare l'ago di una bussola con la sola forza del pensiero. Nel 2003, l'esperto di magia Vanni Bossi, ha pubblicato, "Liber de ludo aleae", un testo di Cardano dedicato al gioco dei dadi: i regolamenti, la storia, i calcoli di probabilità, e varie tecniche utilizzate nel tempo per barare al gioco. Il libro di Bossi ci offre la pubblicazione in anastatica del testo originale in latino, la sua traduzione italiana, e un approfondimento sugli argomenti e sulla figura di Cardano.

Thumbnail

Fu tra i più grandi maghi del Novecento, la sua carriera è durata più di cinquant'anni e, sia il suo stile, che i suoi numeri di manipolazione di palle da biliardo, sigarette e carte, furono imitate da moltissimi prestigiatori di tutto il mondo che non riuscirono però a raggiungere mai la sua abilità e il suo talento.
Nato a Mumbles (Wales), servì l'esercito inglese nella prima guerra mondiale, durante la quale passava i suoi momenti liberi esercitandosi nella manipolazione delle carte. Dopo essere stato ferito in battaglia continuò ad affilare la sua abilità nell'ospedale in cui fu ricoverato.
Iniziò ad esibirsi in Australia e poi in Canada, per poi andare in Inghilterra ed infine in America dove conobbe, a Chicago, Swan Walker che divenne sua moglie e la sua assistente.
A New York Cardini ebbe immediatamente un enorme successo, sia da parte del pubblico, sia da parte degli altri prestigiatori. Era diverso dal classico mago che si limita a mostrare i suoi effetti e e nulla più; Cardini infatti, con le sue grandi doti di attore, creava un vero e proprio spettacolo impersonando il personaggio del distinto signore inglese (con cilindro, frac, mantella, e monocolo) al quale accadevano cose stravaganti e inspiegabili: dalle sue dita apparivano e scomparivano carte da gioco, sigarette ecc. La sua tecnica perfetta, la sua originale presentazione, la sua ironia, la sua grande mimica e gestualità, e i suoi movimenti perfettamente coordinati alla musica trasmettevano al pubblico una vera e propria atmosfera magica, piuttosto che una mera dimostrazione di abilità.
Per la sua magia ricevette numerosissimi premi e nel 1958 fu proclamato dalla "New England Magic Society", "The greatest exponent of pure sleight of hand the world has ever known".

Thumbnail

Swan Walker (il suo nome prima di sposarsi) conobbe il grande Cardini a Chicago e divenne prima la sua assistente e poi anche sua moglie, accompagnandolo da allora in quasi tutti i suoi spettacoli. Utilizzava costumi da scena sempre molto originali, tra i quali spiccava un'uniforme militare.

Thumbnail

Il suo nome di nascita è Newton Edward Daniels ed è uno dei più famosi prestigiatori inglesi degli anni '80 che per oltre 20 anni ha presenziato in molte televisioni inglesi con la moglie e assistente Debbie McGee. Tra le numerosissime apparizioni in tv, trasmissioni e speciali televisivi, è da ricordare la sua personale serie televisiva "The Paul Daniels Magic Show" trasmessa dal canale inglese BBC.
Durante la sua carriera ha vinto diversi premi di magia, tra i quali il premio di mago dell'anno della "Hollywood's Academy of Magical Arts" (accademia delle arti magiche di Hollywood), e ha pubblicato alcuni libri di illusionismo per lo più rivolti al grande pubblico.

Thumbnail

Di nascita danese, Harry August Jansen (il suo vero nome) si trasferì giovanissimo negli Stati Uniti dove divenne uno dei maghi da palcoscenico di maggior successo. Iniziò ad occupasi di magia costruendo grandi illusioni e si decise ad intraprendere la carriera di mago dopo aver conosciuto ed essere stato incoraggiato da Horace Goldin. Intorno al 1922 entrò a far parte della compagnia del grande Howard Thurston che gli diede il nome "Dante" e lo designò ufficialmente come suo successore. Girò per l'America e poi anche in Europa con un proprio spettacolo (che attingeva fortemente alla magia di Thurston) riscuotendo sempre grandissimo successo.
Grande artista del palcoscenico, Dante univa i classici numeri di manipolazione di quel periodo (la moltiplicazione delle palle da biliardo, anelli cinesi, carte e fazzoletti) a incredibili illusioni di cui custodiva gelosamente il segreto. È per questo che, sono pochi i filmati che ci rimangono dei suoi spettacoli che non desiderava venissero ripresi. Della sua popolarità si occuparono molto anche i giornali dell'epoca che a volte riportarono i segreti che si nascondevano dietro le sue illusioni ma, da brillante artista quale era, Dante rispondeva ogni volta eseguendo i suoi numeri con piccoli stratagemmi abilmente pensati per convincere pienamente il pubblico che i metodi da lui usati non potevano assolutamente essere gli stessi descritti nelle pubblicazioni dei giorni precedenti (nonostante si trattasse esattamente di quelli).
Un esempio del suo estro è rappresentato dalla sua creazione del numero "Behind the Scenes With a Magician" ("Dietro le quinte col mago", copiatissimo fino ad oggi in molteplici differenti versioni), in cui il prestigiatore esegue una serie di giochi magici dando le spalle al pubblico che può vedere divertito i segreti da lui usati come se assistesse allo spettacolo da dietro le quinte, ma che alla fine rimane comunque meravigliato da una serie di sorprese inattese ed inspiegabili.
Per eseguire il numero, Dante offriva le spalle alla vera platea rivolgendosi ad una finta platea ricca di spettatori dipinta sul sipario e al termine dell'illusione, delle mani vere uscivano da apposite fessure del sipario per applaudire.
Dante è stato anche ospitato spesso dalle radio ed è apparso in alcuni film tra i quali nel 1942 "A Haunting We Will Go" (Sim Sala Bin) con Oliver Hardy e Stan Laurel, dove si può ammirare parte della sua magia.

Thumbnail

Conosciuto anche come "il mago mormone" per via della religione a cui apparteneva, Dante il Grande (nome d'arte di Oscar Eliason) fu un mago americano di grande successo anche se ebbe una carriera relativamente breve. Intorno ai 24 anni cominciò a girare col suo spettacolo negli Stati Uniti, a Cuba e in Australia, ma rimase ucciso a soli 30 anni in un incidente di caccia mentre era in turné in Australia. Dopo la sua morte il fratello Franklin rilevò il suo spettacolo e sempre col nome Dante lo portò avanti per altri 10 anni.

Thumbnail

Prestigiatore specializzato in micromagia e inventore di noti effetti e tecniche. Vincitore di numerosi premi, tra cui il primo posto al FISM (importantissimo premio della Federazione Internazionale dalla Società Magica) e il primo premio dell'Accademia delle Arti Magiche, entrambi per la categoria Close-Up. Tiene diverse conferenze in giro per il mondo ed è autore di alcuni video istruttivi nei quali spiega effetti classici di micromagia e in particolare di magia con le carte di cui è un vero esperto e alla quale ha dedicato una videoenciclopedia in più volumi in cui spiega numerosissime tecniche partendo da quelle basilari fino ad arrivare a quelle da grandi esperti.

Thumbnail

Durante la metà dell'ottocento si stava sviluppando un certo interesse per l'occulto ed in particolare per le società segrete e lo sedute spiritiche. I giovani fratelli Davenport, ispirati in particolar modo dalle sorelle Fox (sedicenti medium, considerate le fondatrici dello spiritismo), pensarono di poter trasformare questi fenomeni spiritici in un fruttuoso affare e cominciarono così a crearsi una certa fama, prima diffondendo la voce sui loro poteri medianici e poi creando diverse manifestazioni spiritiche all'interno del quartiere in cui vivevano, per divenire infine dei famosissimi medium.
Con le loro dimostrazioni, simili a veri e propri spettacoli di magia, girarono tutti gli Stati Uniti e quando la Guerra Civile sembrò placare il loro crescente successo si trasferirono in Inghilterra, dove ebbero grande seguito. Nelle loro esibizioni erano in grado di provocare numerosi inspiegabili eventi e Maskelyne, grandissimo oppositore dei fenomeni paranormali e rivale dei due fratelli, ammise che "per singolarità, intelligenza e astuzia nessuna manifestazione attribuita a poteri sovrannaturali aveva mai eguagliato quella dei Davenport". Nel loro numero famoso come "Spirit Cabinet" ("la cabina spiritica") i fratelli Davenport si facevano legare completamente (braccia e gambe) su due sedie all'interno di un armadio, con uno spettatore, una chitarra, un corno, delle campanelle e altri oggetti. Una volta chiusi gli sportelli sembravano avvenire alcuni strani fenomeni: il volontario del pubblico, al buio, si sentiva toccato da misteriose mani, tutti potevano sentire provenire dalla cabina qualsiasi tipo di rumore (battiti, campanelle, gli strumenti suonare), altri oggetti saltavano fuori dalla cabina, anelli fatti precedentemente posare a terra dallo spettatore venivano ritrovati alle dita dei maghi che, ogni volta che gli sportelli venivano riaperti, apparivano fermi nella stessa posizione, legati dalle stesse corde e nella stessa maniera, anche se magari senza la giacca che prima indossavano o con indosso la giacca del volontario testimone.
Fu quando i due fratelli arrivarono in Inghilterra che Maskelyne si decise a dimostrare la falsità dei loro poteri, riproducendo nel suo spettacolo lo stesso numero con il compagno Cooke. Da allora l'effetto entrò a far parte del repertorio di molti illusionisti che diedero vita a numerose varianti.

Thumbnail

Mago inglese che si presentava come "The Royal Wizard of the South" (il mago reale del Sud) rifacendosi a John Hanry Anderson (il mago del Nord), suo grande rivale dal quale copiò molte cose. Si esibì anche con i nomi Bernardo e Na Barno.
Anche la figlia Georgiana Elizabeth Eagle intraprese la carriera magica presentandosi spesso come "The Mysterious Lady" e divenendo particolarmente famosa per la sua versione di "Second Sight", un effetto di lettura del pensiero particolarmente diffuso in quel periodo.

Thumbnail

Prestigiatore americano specializzato in Close-Up e più in particolare in "bartender magic", magia eseguita da dietro il bancone di pub e locali. A ricevuto diversi premi come quello nel 2009 per la migliore conferenza dell'anno, dall'Accademia delle Arti magiche e nel 2004 il "W. C. Field Bar Magician Of The Year" conferitogli dal prestigioso Magic Castle di Hollywood, nel quale si esibisce con regolarità.

Thumbnail

Nato con una malformazione fisica che lo aveva privato della parte inferiore del corpo (dalla cintola in giù), l'americano John Eckhart (il suo vero nome) si esibì inizialmente in spettacoli di fenomenalismo (o "sideshow") come "Living Half-Man" (metà uomo vivente) e fu uno dei protagonisti del famoso film del 1932 "Freeks", di Tod Browing. Creò poi un divertente numero di magia con il suo fratello gemello Robert, dal volto identico a lui ma dotato di un corpo normale. Sfruttando queste loro caratteristiche fisiche diedero vita ad una delle più originali e singolari versioni della "donna tagliata in due": Rober entrava in una cabina all'interno della quale veniva segato a metà e, come la cabina veniva riaperta, le due parti del corpo continuavano a muoversi liberamente e le gambe (interpretate da Robert) venivano inseguite per tutto il palco dall'altra parte del corpo (interpretata da Johnny) in grado di muoversi e correre sulle proprie mani. L'idea ebbe un grandissimo successo.

Thumbnail

Prestigiatore americano grande esperto di micromagia e in particolare di magia con le carte. Famoso per il suo originale approccio ai numeri del repertorio classico del Close-Up, anche se non si rese mai popolare al grande pubblico, era conosciutissimo dai più eminenti nomi del mondo dell'illusionismo. Per decenni è stato (insieme alla moglie Happy) al centro della magia di New York dando il suo contributo e offrendo la sua consulenza ai più importanti prestigiatori dell'era moderna. Famoso per le sue apprezzatissime conferenze e per la sua attività all'interno del Ring 76 dell'IBM (The International Brotherhood of Magicians) di San Diego.

Thumbnail

Grandissimo artista della manipolazione, particolarmente brillante con carte e bussolotti.
Dal 1913 al 1917 girò col suo spettacolo "LeRoy, Talma and Bosco - The Monarchs of Magic" nel quale interpretava la parte del celebre Bartolomeo Bosco. Ma la maggior fama gli venne dalla sua abilità con le carte. Molti suoi contemporanei lo consideravano il più raffinato manipolatore con le carte di tutti i tempi. Inventò originali tecniche, impalamaggi e passaggi che vengono tutt'ora sfruttate in molte routine di manipolazione. Fu forse il creatore, o comunque uno dei primissimi ad utilizzare il "Back Palm" (Impalamggio dorsale). Persino il grande Howard Thurston utilizzò nella sua personale esibizione diverse ingegnose tecniche ideate da Elliott. La sua figura è stata successivamente messa in risalto da Dai Vernon, grande estimatore della magia di Elliot, dal quale imparò la grande lezione su cui basò tutta la sua magia: "Be natural". 
Quando morì si stava dedicando alla stesura di un libro sulla manipolazione delle carte, e sul letto di morte chiese a Harry Houdini and Clinton Burgess di portarlo a termine. Qualche tempo dopo il suo libro venne pubblicato col titolo "Elliott's Last Legacy".
Creatore anche alcune illusioni tra le quali il gioco chiamato "Anti-Gravity Wand" (la bacchetta magica in grado di superare la forza di gravità).

Thumbnail

Nato in Inghilterra, è stato uno dei più prolifici autori ed editori di libri di magia. La maggior parte di questi era dedicata alla magia di autorevoli prestigiatori, come Dai Vernon di cui grazie a Ganson possiamo conoscere approfonditamente gli insegnamenti pubblicati in numerosi libri (uno tra tutti "Dai Vernon Book of Magic" del 1957). Altri nomi di rilevante importanza sono quelli di Cy Enfields ("Cy Enfields Entertaining CardcMagic" tre volumi editi tra il 1955 e il 1958), Slydini ("The Magic of Slydini" del 1960), Ron Macmillan, Faucett Ross, e altri.
Fu anche il vicepresidente del Ring inglese dell'IBMe il socio fondatore del "Portsmouth and district magic circle".

Thumbnail

Noto come "l'uomo con le mani da un milione di dollari" (per una polizza assicurativa sulle mani, stipulata più che altro a fini pubblicitari), divenne particolarmente famoso per la sua destrezza con le carte da gioco. Esperto nelle tecniche utilizzate dai bari per imbrogliare, i suoi numeri si basavano anche sulla dimostrazione della potenzialità di queste tecniche. Eseguiva per esempio il gioco delle tre carte e alcuni esempi di come darsi un'imbattibile mano a poker. La sua grande conoscenza lo portò anche a dare dimostrazioni pratiche di questi metodi per alcune scuole di polizia e per gli addetti alla sorveglianza di alcuni casinò.
Ma per lo più le sue esibizioni pubbliche si basavano sull'esecuzione di veri e propri giochi di prestigio (soprattutto con le carte, ma anche con palline di spugna, bussolotti ecc.) accompagnati da una presentazione divertente ed elegante.
Autore di diversi libri di magia nei quali si possono apprezzare i numeri più classici del repertorio magico.

Thumbnail

Nato in Oklahoma, approcciò molto giovane alla magia. Per vent'anni si stabilì a Chicago dove ebbe modo di frequentare i circoli magici del posto frequentando prestigiatori del calibro di Dorny, Marlo, Platt, e altri. Nel 1947 si trasferì a New York, associandosi al circolo magico dei vari Vernon, Daley, Curry, ecc. Da qui la sua grande cultura magica che lo ha portato a scrivere numerosi importanti testi. Tra questi: Martin Gardner's Table Magic,Encyclopedia of Impromptu Magic, 12 Tricks with a Borrowed Deck. E anche libri sui giochi di logica e matematica.
Studioso di scienza e filosofia, è stato autore anche di libri di altro genere, come "In the Name of Science" in cui sfatava i culti, le mode, e gli errori della scienza; e anche un romanzo, "The Flight of Peter Fromm (1973)".

Thumbnail